GRATIS VERSAND ab 150 CHF

Müller Thurgau "Festival" 2020

Müller Thurgau "Festival" 2020
Artikel Nr. 131091

Cantina Merano

Müller Thurgau "Festival" 2020

 
Tipologia:
Müller Thurgau
Zona:
Meran & Umgebung
Cont. alcoolico :
13.00% VOL
Contenuto:
0.75 l (€ 12,00 / 1 l)

IVA incl. Spedizione e consegna

€ 9,00

Tempo di consegna previsto 5-7 giorni lavorativi

 
Tipologia:
Müller Thurgau
Zona:
Meran & Umgebung
Cont. alcoolico :
13.00% VOL
Contenuto:
0.75 l (€ 12,00 / 1 l)
CONSIGLIATO PER
antipasti leggeri
antipasti leggeri
formaggio fresco
formaggio fresco
Frutti di mare e crostacei
Frutti di mare e crostacei
pesce
pesce
Descrizione

Con il Müller Thurgau “Festival”, la Cantina di Merano presenta una piccola rarità di bianco ricca di carattere varietale e territoriale. Dopo esser vendemmiate a mano e pigiate delicatamente, le uve vengono sottoposte ad una criomacerazione di dodici ore. La fermentazione alcolica avviene in piccoli serbatoi, a seguito della quale sono previsti cinque mesi di affinamento sulle fecce fini. Il Müller Thrugau “Festival” versato nel calice è di un giallo brillante, caratterizzato da un fulgore di fresco verde e, portato al naso, emana un predominante bouquet vegetale e speziato: le note piccanti della noce moscata si incontrano con la cedronella ed erbe aromatiche. Al palato questo bianco di Merano elimina ogni dubbio sulla sua finezza, risultando leggero come una piuma ed allo stesso tempo elegante al palato, circondato da un'acidità perfettamente integrata che gli conferisce slancio e brio. Questo vino altoatesino dal carattere deciso può essere abbinato perfettamente ad antipasti leggeri e formaggi cremosi delicati, raffinati piatti di pesce o frutti di mare freschi.

Sapevi che:

La varietà Müller Thurgau è coltivata su soli 210 ettari di terreno in tutto l'Alto Adige, principalmente in Valle Isarco, e nel comprensorio dell'Oltradige-Bassa Atesina. Il vino bianco della Cantina di Merano, coltivato esclusivamente nella zona del Burgraviato, si rivela quindi una vera rarità. Questo vitigno prende il nome dall’agronomo svizzero Hermann Müller, originario della Turgovia – in tedesco, appunto, Thurgau – e predilige le altitudini comprese tra i 500 e i 1.000 m.s.l.m.

Descrizione

Con il Müller Thurgau “Festival”, la Cantina di Merano presenta una piccola rarità di bianco ricca di carattere varietale e territoriale. Dopo esser vendemmiate a mano e pigiate delicatamente, le uve vengono sottoposte ad una criomacerazione di dodici ore. La fermentazione alcolica avviene in piccoli serbatoi, a seguito della quale sono previsti cinque mesi di affinamento sulle fecce fini. Il Müller Thrugau “Festival” versato nel calice è di un giallo brillante, caratterizzato da un fulgore di fresco verde e, portato al naso, emana un predominante bouquet vegetale e speziato: le note piccanti della noce moscata si incontrano con la cedronella ed erbe aromatiche. Al palato questo bianco di Merano elimina ogni dubbio sulla sua finezza, risultando leggero come una piuma ed allo stesso tempo elegante al palato, circondato da un'acidità perfettamente integrata che gli conferisce slancio e brio. Questo vino altoatesino dal carattere deciso può essere abbinato perfettamente ad antipasti leggeri e formaggi cremosi delicati, raffinati piatti di pesce o frutti di mare freschi.

Sapevi che:

La varietà Müller Thurgau è coltivata su soli 210 ettari di terreno in tutto l'Alto Adige, principalmente in Valle Isarco, e nel comprensorio dell'Oltradige-Bassa Atesina. Il vino bianco della Cantina di Merano, coltivato esclusivamente nella zona del Burgraviato, si rivela quindi una vera rarità. Questo vitigno prende il nome dall’agronomo svizzero Hermann Müller, originario della Turgovia – in tedesco, appunto, Thurgau – e predilige le altitudini comprese tra i 500 e i 1.000 m.s.l.m.

Ingredienti
Contiene solfiti.

Paese di origine: Italia
CONSIGLIATO PER
antipasti leggeri
antipasti leggeri
formaggio fresco
formaggio fresco
Frutti di mare e crostacei
Frutti di mare e crostacei
pesce
pesce
Dettagli sul produttore

Il 1901 segna l'inizio della storia di successo dell'attuale Cantina Merano, che sarà rilanciata più di 100 anni dopo. La fusione delle due cooperative vinicole tradizionali Cantina Vini Merano e Cantina Burggräfler nel 2010 combina il potenziale di 360 soci e la riapertura nel 2013 segna l'inizio della più grande cantina dell'ovest dell'Alto Adige. I piccoli produttori coltivano due zone viticole uniche: le colline soleggiate a Merano e dintorni e i pendii ripidi e ben ventilati in condizioni climatiche estreme in Val Venosta. Quest’ultima costituisce la zona viticola più occidentale dell'Alto Adige e al contempo la più piccola zona DOC chiusa del nostro territorio. Sui circa 245 ha di superfice vitata, si coltiva un totale di 16 diverse varietà, che vengono trasformate in quattro linee di vino. I vini "Festival" sono sinonimo di tipicità e genuinità, la linea "Graf" sta per il meglio della viticoltura meranese, mentre la linea "Vinschgau" si fa portavoce delle eccellenze della viticoltura della parte più ad ovest della provincia. Infine, la linea "Vigneti e Rarità" forma la punta di diamante dell'assortimento della Cantina di Merano.

Dicono di noi
  •  .
  • .
  • .
  • .
  • .

0 /5

  • : 0
  • : 0 / 5

 0 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
×