GRATIS VERSAND ab 150 CHF

Lagrein: Top 5 fatti

Indice

 

Il Lagrein è un vino profondamente radicato nella viticoltura altoatesina. Membro al 50% del duo rosso autoctono è, per così dire, il fratello maggiore della Schiava - sebbene i legami familiari siano leggermente diversi. Per molto tempo era ignoto ai degustatori, dopodiché lo si riteneva una varietà quasi in estinzione. Ed oggi è una vera e propria star! La storia turbolenta del Lagrein ha rafforzato il suo carattere facendone altresì un fiore all'occhiello del mondo vinicolo altoatesino.

 

Da dove proviene il Lagrein?

 

Al pari dello Schiava, il Lagrein è un vitigno autoctono dell'Alto Adige, il che significa che si possono rintracciare chiaramente le sue origini nella zona locale. Infatti, i due autoctoni sono strettamente correlati tra di loro. Le analisi del DNA suggeriscono che il Lagrein potrebbe essere un incrocio spontaneo tra il Teroldego e un genere di Schiava.

Oggi, quando sentiamo il nome Lagrein, pensiamo esclusivamente al vino rosso, anche se per secoli lo si associava principalmente ad una varietà di vino bianco. Il primo riferimento documentato proviene da una donazione alla chiesa parrocchiale di Gries nel 1318, dove si parla esplicitamente di "Lagrein bianco". Questa varietà, oggi praticamente scomparsa, è stata identificata dal Centro di Sperimentazione Laimburg come identica alla storica varietà corsa Carcajolo Blanc.

Lagrein Riserva "Barbagòl" - Laimburg

 

Solo nel 1526 siamo venuti a conoscenza del Lagrein rosso nel programma del capo delle rivolte contadine tirolesi, Michael Gaismair. È proprio lì che si recita: "[...] e i vigneti sterili saranno trasformati in vigneti fertili, verrà piantato il Lagrein rosso [...]". I vigneti di cui scrive Gaismair sono molto probabilmente quelli presenti nella conca di Bolzano, allora e oggi territorio del Lagrein.

 

Dove si coltiva il Lagrein?

 

Il Lagrein preferisce un clima caldo e mediterraneo con terreni argillosi e permeabili all'acqua. Proprio per questo si sente particolarmente a suo agio nella conca di Bolzano e nella Bassa Atesina lungo l'Adige. I terreni alluvionali e il clima a volte estremamente caldo - si tenga presente che in estate la temperatura a Bolzano supera regolarmente i 40 °C - sono ideali per questo magnifico vitigno.

Probabilmente la zona di Lagrein più famosa di tutte è quella di Gries, una parte storica della circoscrizione di Bolzano, Gries-San Quirino. Qui la viticoltura veniva già praticata alla fine dell'XI secolo, ed oggi la cantina dell'Abbazia di Muri-Gries è sinonimo di Lagrein di prima classe.

 Lagrein Riserva "Abtei Muri"

 

Il Lagrein altoatesino in cifre

 

3,9 milioni di bottiglie ca. all’anno

27.000 hl di raccolto ca. (2019)

490 ha di superfici coltivate

8,9% della superficie complessiva

16-18 °C di temperatura di servizio

 

Che sapore ha il Lagrein altoatesino?

 

Lagrein Bozen

 

Il Lagrein altoatesino è caratterizzato da densità, pienezza e potenza. Il suo colore varia dal rosso rubino chiaro al viola scuro profondo. Il bouquet invece si distingue per la presenza di frutti di bosco, violette e spesso per sottili note di cioccolato o tabacco. Al palato, presenta tipicamente tannini pronunciati ed una buona persistenza.

Se il Lagrein viene maturato in botti di rovere e vinificato come Riserva, il bouquet si arricchisce di frutta secca e spezie, mentre il gusto diventa più rotondo, il tannino si addolcisce e il finale diventa più aromatico. Un ottimo esempio di questa tipologia di Lagrein è il Riserva "Abtei Muri".

Se invece il Lagrein viene vinificato come vino rosato, porta anche il nome di Kretzer. Nella sua veste rosa, l'autoctono altoatesino assomiglia a un vino bianco piuttosto che alla sua voluminosa controparte rossa: fresco, fruttato, elegante e compatto. Una grande varietà che fa da perfetto vino estivo se servito ben raffreddato.

 

Lagrein Kretzer - St. Pauls

 

A cosa si abbina il Lagrein altoatesino?

 

Se stai cercando un vino adatto da portare alla prossima festa di famiglia o al pranzo della domenica dai suoceri, prova un Lagrein. L'aroma fruttato e il tannino accentuato si accompagnano perfettamente a piatti di carne come lo stinco di maiale affumicato o il succoso arrosto di vitello. Un bel Riserva con aromi speziati di legno accompagna meravigliosamente piatti di selvaggina come la bistecca di cervo con formaggio di montagna.

Se invece preferisci servire un Kretzer succoso, vai sul sicuro accostandolo ad antipasti sostanziosi come le fettuccine allo Schüttelbrot o l’orzotto con radicchio. Per dare alla tua cena un tocco estivo, ti consigliamo di provalo con il pesce, come la trota al forno.

Per tutti coloro che desiderano conoscere subito il Lagrein in tutta la sua diversità, offriamo la nostra Variazione Lagrein con 3 Lagrein classici e 3 Lagrein rosati. Per tutti gli amanti del Lagrein classico, abbiamo creato la Selezione Lagrein, una selezione di 6 vini di punta dei migliori vigneti dell’Alto Adige.

Lagrein SelektionLagrein Variation